Nelle ultime settimane ho avuto modo di provare uno dei prodotti più interessanti venuti da Kickstarter. Si chiama Radian ed è un nuovo e interessantissimo strumento per poter unire le funzionalità della vostra DSRL e il vostro smartphone per poter realizzare dei fantastici Timelapse.

Ma andiamo per ordine: Radian è un progetto che nasce a metà del 2012 che da subito conquista l’attenzione dei backer di Kickstarter e termina con largo anticipo la raccolta fondi per la realizzazione del prodotto tanto da raccogliere 292,848 dollari su 178,750 richiesti inizialmente. Un vero e proprio successo.

Cos’è Radian e come funziona

Radian è un nuovo strumento che migliorerà sicuramente la vostra esperienza d’uso nella cattura dei timelapse. É formato da una base rotante che da agganciare sia al treppiedi che alla DSRL per i nostri timelapse. A differenza di tutti gli altri strumenti del settore, Radian utilizza una nuova forma di controllo tramite lo smartphone.

Per far funzionare Radian è necessario uno smartphone e l’app ufficiale di Radian. Tramite l’app infatti potremo decidere la durata del timelapse, il numero di scatti e la rotazione in gradi di Radian.

screen480x480

 

Il punto centrale, l’emento fondamentale per il nostro timelapse diventa quindi lo smartphone, che invierà tramite apposito cavo jack le impostazioni scelte precedentemente dall’app.

Dopo aver “pushato” le impostazioni sul Radian, comincerà il processo di acquisizione delle foto. La nostra macchina comincerà a catturare immagini con la frequenza impostata in precedenza per il lasso di tempo stabilito.

Verranno quindi prodotti una serie di scatti in serie e panoramici grazie al movimento di Radian, che ruoterà delicatamente per gli scatti migliori.

Prova su strada

Montare Radian è molto semplice. Una volta effettuato l’unboxing è sufficiente seguire le istruzioni contenute (o stampate) sulla scatola. Una volta agganciata la base alla treppiedi nella parte inferiore e la macchina sulla parte superiore abbiamo già compiuto la maggior parte delle operazioni.

Dopo di che è necessario collegare la macchina a Radian col cavo usb che troviamo in dotazione e il telefono a Radian con l’apposito cavetto e far partire il tutto. Una operazione semplice, che necessita di appena cinque minuti, veramente molto semplice.

 

Come fare il Timelapse

Con Radian potremo esclusivamente scattare delle foto che poi dovremo mettere assieme con un software gratuito o a pagamento.

Conclusioni

Radian è un fantastico strumento per i timelapse, tutto ciò che un utente semi professionale necessita per realizzare questa particolare tipologia di video. Io ho effettuato una prova con una Nikon 5100  e devo dire che mi ci sono trovato molto bene. Il risultato è degno di nota, lo sto ancora preparando ma sta venendo un gran bene 😀